Mestrinaro

Zero Branco (TV) – Impianto trattamento rifiuti speciali: “Perchè la Giunta sostiene progetto bocciato da Consiglio di Stato?”

“Perchè la Giunta non ha tenuto conto della sentenza (n. 6917/2011) del Consiglio di Stato che ha annullato la delibera […]

“Perchè la Giunta non ha tenuto conto della sentenza (n. 6917/2011) del Consiglio di Stato che ha annullato la delibera (della Giunta regionale n. 100/2010) di autorizzazione all’ampliamento dell’impianto di trattamento di rifiuti speciali (della ditta Mestrinaro S.p.A.) per incompatibilità con la strumentazione urbanistica vigente del Comune di Zero Branco (TV) e per illegittimità del parere favorevole della commissione regionale di Valutazione di Impatto Ambientale?”

La domanda viene posta, attraverso un’interrogazione presentata oggi, dalla capogruppo del PD in Consiglio regionale, Laura Puppato. L’esponente democratica fa riferimento al pronunciamento della Consulta su un ricorso presentato dal Comune del trevigiano ed evidenzia come “l’area destinata alla lavorazione di rifiuti pericolosi insiste su un territorio rurale dall’equilibrio ambientale delicato sotto il profilo idrogeologico per la presenza di falde acquifere ad uso alimentare e agricolo ed è caratterizzata dalla presenza di numerose aziende che producono coltivazioni di pregio, in particolare il radicchio rosso di Treviso IGP e il Variegato di Castelfranco, prodotti che rappresentano il fiore all’occhiello delle produzioni agroalimentari della Marca Trevigiana”.

2 commenti

  1. Daniele Cazzaro scrive:

    Grazie Laura per il tuo impegno concreto al servizio dei cittadini.
    Con la speranza di riaverti presto a Zero Branco ti invio cordiali saluti

  2. franco scrive:

    Grazie per il tuo impegno per questa causa che oramai è solo politica, visto che Zaia non vuole rispondere dei suoi misfatti. Contiamo su di voi affinchè certe battaglie abbiano la possibilità di mettere a nudo le contraddizioni di certi politici collusi con interessi economici che non tengono in minima considerazione chi ingenuamente li ha votati.

Lascia un commento