Terraglio Est

Terraglio Est: ci sono davvero le risorse per realizzare almeno la parte sud dell’opera?

L’annosa questione del Terraglio Est approderà in Consiglio regionale grazie ad una interrogazione depositata dai consiglieri del Partito Democratico Laura […]

L’annosa questione del Terraglio Est approderà in Consiglio regionale grazie ad una interrogazione depositata dai consiglieri del Partito Democratico Laura Puppato e Bruno Pigozzo. Il progetto dell’opera giace da troppo tempo nei cassetti di Veneto Strade e della Regione Veneto e le imprese del territorio, in particolare della zona industriale di Dosson di Casier, anche attraverso le associazioni di categoria, chiedono da tempo una soluzione per la viabilità. La realizzazione anche della sola parte sud del Terraglio Est consentirebbe tutta una serie di interventi migliorativi dell’intera viabilità di Casier e l’amministrazione comunale ha completato da tempo le procedure amministrative di sua competenza sulla base del progetto definitivo già approvato dalla Conferenza dei servizi nel novembre 2011.

In una riunione del 7 febbraio scorso, tenutasi nella sede di Veneto Strade, è stato confermato un preciso percorso realizzativo dell’opera, sulla base del progetto definitivo già approvato, ma non è stato firmato alcun documento ed è stata raggiunta solo un’intesa generica su come procedere tecnicamente per la realizzazione del primo stralcio del tratto di Terraglio Est che servirà la zona industriale, dall’incrocio con via Schiavonia a quello con la via La Alta. Per abbassare i costi non verrà realizzato il sottopasso della Schiavonia, in comune di Casale sul Sile, ma si risolverà l’incrocio con una nuova rotatoria e il costo previsto dell’opera così modificata è di circa 12 milioni di euro rispetto ai 25 milioni necessari  per realizzare  il primo stralcio come da attuale progetto.

Tuttavia - sottolineano i due consiglieri regionali del Partito Democratico - non è stato sciolto in alcuna sede, né dall’assessore alla mobilità Renato Chisso né dall’amministratore delegato di Veneto Strade Silvano Vernizzi, il nodo del finanziamento dell’opera. Da qui l’interrogazione alla Giunta regionale per conoscere come e quando saranno reperite le risorse per finanziare il primo stralcio del Terraglio Est” e per avere certezze sui tempi di realizzazione. Dal canto suo anche Daniela Marzullo, sindaco di Casier, da tempo chiede chiarezza in merito al cronoprogramma per il completamento dell’intero intervento, con il raccordo a nord con la tangenziale di Treviso, ai relativi tempi tecnici di progettazione e al suo complessivo finanziamento. E Miriam Giuriati, assessore comunale ai lavori pubblici e alle attività produttive, non manca di notare come il tema del Terraglio Est venga sempre strumentalizzato dal centrodestra alla vigilia delle elezioni: “Anche in questa occasione è andata così e l’assessore regionale Chisso ha promesso che i soldi si troveranno ‘nelle pieghe del bilancio’. Dopo le elezioni, naturalmente. Ovvero: per il momento fidatevi di noi, e votateci e poi vedremo di trovare qualche altra scusa”.

Lascia un commento