Ordine del giorno sul 150° anniversario dell’Unità d’Italia

ORDINE DEL GIORNO PER COMMEMORARE IL 150° ANNIVERSARIO DELL’UNITA’ D’ITALIA, IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE INVITI IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA […]

ORDINE DEL GIORNO

PER COMMEMORARE IL 150° ANNIVERSARIO DELL’UNITA’ D’ITALIA, IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE INVITI IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA NELLA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE, IN OCCASIONE DELLA SUA PREVISTA VISITA A VERONA.

presentato il 20 gennaio 2011 dai consiglieri regionali Puppato, Azzalin, Berlato Sella, Bonfante, Bortoli, Causin, Fasoli, Fracasso, Pigozzo, Reolon, Ruzzante, Sinigaglia, Tiozzo

IL CONSIGLIO REGIONALE

Premesso che:

-          quest’anno in tutto il Paese si festeggia il150° anniversario dell’Unità d’Italia;

-          è all’ordine del giorno del Consiglio regionale del Veneto il Progetto di Legge dal titolo: “Celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia”;

-          il suddetto Progetto di Legge è frutto dell’unione di due proposte legislative, presentate da membri di diversi schieramenti politici, appartenenti sia alla maggioranza, sia all’opposizione; si tratta, con ogni evidenza di un segno chiaro e tangibile della comune volontà di commemorare questo importante anniversario;

-          secondo quanto disposto dal Progetto di Legge, infatti, la Regione Veneto sosterrà le iniziative volte a ricordare e a valorizzare il significato profondo degli eventi legati al Risorgimento italiano e all’Unità d’Italia;

-          nel Veneto, comitati, scuole e Comuni stanno preparando manifestazioni, eventi e percorsi di approfondimento del significato del Risorgimento italiano e delle ricadute sulla  storia attuale;

-          in questo quadro si inserisce anche l’invito a recarsi a Verona rivolto al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, dal sindaco Flavio Tosi;

-          il sindaco Tosi ha infatti pubblicamente affermato che “la bandiera è un simbolo dell’Unità d’Italia e va giustamente difesa”, aggiungendo anche che “l’inno d’Italia è quello di Mameli. Punto”;

-          il primo cittadino di Verona ha anche dimostrato la volontà di superare alcuni preconcetti radicati in talune aree politiche, sostenendo la possibilità di coniugare spirito unitario e riforma federalista ispirandosi all’esempio degli Stati Uniti: “il paese unitario, identitario e patriottico più forte al mondo” e, nello stesso tempo “l’esempio massimo di federalismo”;

-          il Presidente della Repubblica ha accolto con gioia questo invito ed ha confermato che verrà a Verona in giugno, in occasione di un grande evento legato appunto ai festeggiamento del 150° anniversario dell’Unità d’Italia.

 

Considerato che:

-          il Consiglio regionale del Veneto è il massimo organo istituzionale rappresentativo della nostra regione e, come tale, la sede più consona ad ospitare il Presidente della Repubblica;

 

Tutto ciò premesso,

IMPEGNA IL PRESIDENTE E LA GIUNTA REGIONALE

 - a rivolgere un formale invito al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano affinché, in occasione della visita istituzionale prevista per il giugno di quest’anno a Verona, venga nella sede del Consiglio regionale per celebrare l’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

Lascia un commento