Bassano

Mozione. La Regione Veneto s’impegni presso il Governo affinché sia mantenuto il Tribunale di Bassano del Grappa

Abbiamo presentato una mozione, a firma Laura Puppato, Giuseppe Berlato Sella e Stefano Fracasso, contro la possibile soppressione del Tribunale […]

Abbiamo presentato una mozione, a firma Laura Puppato, Giuseppe Berlato Sella e Stefano Fracasso, contro la possibile soppressione del Tribunale di Bassano del Grappa e per impegnare il Presidente della Regione ad attivarsi presso il Governo e il Ministro competente, affinché sia garantito il mantenimento della sede, valutando nel contempo una possibile estensione del suo circondario.

 

MOZIONE  N.

 

LA REGIONE VENETO SI IMPEGNI PRESSO IL GOVERNO AFFINCHE’ SIA MANTENUTO IN ESSERE IL TRIBUNAE DI BASSANO DEL GRAPPA

presentata il 3 settembre 2012 dai Consiglieri Puppato, Fracasso e Berlato Sella

 

Il Consiglio regionale del Veneto

 

PREMESSO che

-          il comma 2 dell’art. 1 della Legge 14 settembre 2011, n. 148 “Conversione in legge, con modificazioni, del decerto-legge 13 agosto, n. 138, recante ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo. Delega al Governo, per la riorganizzazione della distribuzione sul territorio degli uffici giudiziari” prevede di “ridurre gli uffici giudiziari di primo grado, ferma la necessità di garantire la permanenza del Tribunale ordinario nei circondari dei comuni capoluogo di provincia…” ;

-          sulla base delle suindicate disposizioni si profila la  possibile soppressione del Tribunale di Bassano del Grappa (VI);

-          i lavori della Commissione del Ministero della Giustizia sulle circoscrizioni giudiziarie si erano conclusi con la previsione di una serie di criteri esclusivamente numerici per l’individuazione degli eventuali Uffici giudiziari da sopprimere, tra i quali rientrava anche il Tribunale di Bassano del Grappa;

-          il 10 Agosto 2012 il Consiglio dei Ministri ha licenziato il testo finale del Decreto Legislativo recante  “Nuova organizzazione dei tribunali ordinari e degli uffici del pubblico ministero, in attuazione dell’articolo 1, comma 2, della legge 14 settembre 2011, n. 148». confermando, nonostante il parere contrario delle Commissioni Giustizia di Camera e Senato, la riduzione e l’accorpamento di 31 Tribunali e di 31 Procure,  tra i quali il Tribunale di Bassano del Grappa.

 

CONSIDERATO  che

-          gli obiettivi proclamati dal Governo, e in particolare dal Ministro della Giustizia, quali il contenimento della spesa pubblica e la maggiore efficienza della giustizia sono sicuramente condivisibili;

-          la soppressione del Tribunale di Bassano del Grappa con accorpamento del medesimo a quello di Vicenza non realizzerebbe alcun beneficio né in termini di contenimento della spesa pubblica, né in termini di maggiore efficienza del sistema giudiziario;

-          da un lato, con le previste misure,  la cittadella della Giustizia di Bassano del Grappa (costata 12 milioni di euro), in via di completamento, si trasformerebbe in una dispendiosa e inutile opera pubblica, pensata e realizzata per ospitare uffici giudiziari che dovrebbero invece trasferirsi a Vicenza mentre la nuova struttura del Tribunale di Vicenza, in caso di accorpamento delle strutture di Schio e di Bassano, risulterebbe non più  idonea;

-          sulla base dell’obiettivo di maggior efficienza del sistema giudiziario invocato dal Governo, il Tribunale di Bassano del Grappa ha da sempre dimostrato un elevato tasso di efficienza nel garantire un’adeguata risposta alle esigenze dei cittadini, mentre l’ipotizzato accorpamento delle sue competenze e dell’organico con il Tribunale di Vicenza comporterebbe un  aumento dei tempi di gestione dei processi penali e delle cause civili.

 

CONSIDERATO altresì

-           l’importanza della sede del Tribunale di Bassano del Grappa che, nell’ assicurare un efficiente esercizio di rilevanti funzioni nella loro naturale giurisdizione legata al territorio, consente anche ai cittadini che vivono nei centri minori una maggiore vicinanza  allo Stato;

-            i  tempi medi di risposta della giustizia del Tribunale di Bassano risultano essere molto più ridotti rispetto alla media nazionale.

 

RILEVATO che la soppressione della sede del Tribunale di Bassano del Grappa comporterebbe l’impoverimento, sotto il profino dei servizi offerti al cittadino, di  di un territorio  che si estende in un’area vasta e assai qualificata dal punto di vista economico e sociale.

Tutto ciò premesso e considerato

 

ESPRIME

 

la propria contrarietà alla possibile soppressione del Tribunale di Bassano del Grappa (VI).

IMPEGNA IL PRESIDENTE DELLA REGIONE DEL VENETO

 

ad attivarsi presso il Governo e il Ministro competente affinchè sia garantito il mantenimento del Tribunale di Bassano del Grappa valutando nel contempo una possibile estensione del suo circondario.

 

 

 

Lascia un commento