Bizzotto

Digiuno per solidarietà con don Albino Bizzotto

“Sono solidale con don Albino Bizzotto e con la sua protesta contro le grandi, inutili opere, attuali e future spesso […]

“Sono solidale con don Albino Bizzotto e con la sua protesta contro le grandi, inutili opere, attuali e future spesso servite solo ad arricchire qualcuno e ad appesantire con l’utilizzo del project financing i costi dei cittadini e delle imprese. Gli sono vicina e intendo partecipare alla maratona contro lo spreco di suolo e l’abuso di territorio con un digiuno di 24 ore che inizio oggi alle 18.00″. Così Laura Puppato, dopo aver sentito al telefono il fondatore dei “Beati i costruttori di pace”, col quale ha concordato il digiuno in staffetta con  l’intenzione di essergli accanto in questa iniziativa. “Il gesto di solidarietà a don Bizzotto è in linea con la mia storia politica, con le battaglie portate avanti quando ero capogruppo in Regione Veneto e con il mio impegno attuale al Senato. Sto infatti lavorando a una mia proposta di legge sulla riduzione del consumo di suolo. Come luogo di testimonianza locale scelgo S. Lucia di Piave, nel Trevigiano, dove dovrebbe essere costruito un casello autostradale costoso, probabilmente antistorico ed inutile, che deturpa il paesaggio, togliendo spazio a coltivazioni di pregio e mettendo a rischio idraulico un terreno sito sulle grave del Piave alla faccia del dissesto sempre denunciato. Un progetto approvato e voluto a tutti i costi da una politica cieca peraltro senza, perfino la necessaria copertura finanziaria. Chiedo ai cittadini veneti un segno di attenzione alla protesta civile di don Bizzotto che, con lo strumento della non-violenza, ci fornisce ancora una volta un messaggio civico di straordinaria importanza. Chiedo inoltre che le iniziative delle prossime settimane – come il digiuno collettivo del 28 e 29 settembre – siano condivise da un numero sempre crescente di persone”.

 

Lascia un commento