Concita De Gregorio in Veneto: si parla di lavoro, legalità, parità di genere, primarie

La prossima settimana avremo la fortuna di avere in Veneto la giornalista Concita De Gregorio (“la Repubblica”), che si è […]

La prossima settimana avremo la fortuna di avere in Veneto la giornalista Concita De Gregorio (“la Repubblica”), che si è resa disponibile a partecipare a tre incontri organizzati dal Partito democratico a Vicenza, Padova e Rovigo e a una serie di presentazioni pubbliche del suo libro Così è la vita. Imparare a dirsi addio, in particolare a Bassano del Grappa e Treviso. Sono occasioni da cogliere per discutere con una persona competente di temi come il lavoro, la legalità, la parità di genere, le primarie – che tanto interessano il nostro partito – oppure per interrogarci sulla dimensione della vita e della morte. Di seguito il programma completo degli appuntamenti.


Mercoledì 28 marzo 2012 – ore 17.30 – Libreria Palazzo Roberti – Bassano del Grappa

Presentazione del libro Così è la vita. Imparare a dirsi addio (Einaudi 2011)

Interviene l’autrice Concita De Gregorio

Introduce Keren Ponzo

Organizza Libreria Palazzo Roberti

Mercoledì 28 marzo 2012 – ore 20.30 – Villa Tacchi, Viale della Pace 89, Vicenza

Articolo 3. Sarà poi vero o siamo tutte naïf?

Intervengono Concita De Gregorio e Laura Puppato (capogruppo PD Regione Veneto)

Modera l’incontro Roberta Bassan (“Il Giornale di Vicenza”)

Organizzano Conferenza provinciale Donne Democratiche e Partito Democratico di Vicenza

Giovedì 29 marzo 2012 – ore 17.30 – Libreria Marton-Ubik, Corso del Popolo 40, Treviso

Presentazione del libro Così è la vita. Imparare a dirsi addio (Einaudi 2011)

Interviene l’autrice Concita De Gregorio

Introduce Maristella Caldato

Modera l’incontro Daniele Ceschin

Organizzano Arci Treviso e Libreria Marton-Ubik

Giovedì 29 marzo 2012 – ore 20.45 – Fornace Carotta, Padova

Primarie: decido io! Contro il Porcellum i cittadini protagonisti

Intervengono Concita De Gregorio, Laura Puppato (capogruppo PD Regione Veneto), Marco Valbruzzi (Università di Bologna e autore del libro “Primarie”)

Saluti di Piero Ruzzante e Ivo Rossi

Moderano l’incontro Filippo Pacchiega e Francesco Corso

Organizza Partito Democratico di Padova

Venerdì 30 marzo 2012 – ore 17.00 – Ridotto del Teatro sociale, P.zza Garibaldi, Rovigo

Ridare significato alle parole “lavoro, politica, legalità” e presentazione del libro Così è la vita. Imparare a dirsi addio (Einaudi 2011)

Interviene Concita De Gregorio

Modera l’incontro Luca Gigli (“Il Gazzettino”)

Organizzano Conferenza regionale Donne Democratiche e Conferenza provinciale Donne Democratiche

2 commenti

  1. Massimo scrive:

    Due sere fa ero a Padova ad ascoltare il tuo intervento sul tema “primarie” ma dopo aver ascoltato i vari interventi a ruota libera mi son trattenuto e ho desistito dal farti una domanda. La serata mi ha molto deluso, il tuo intervento pure.
    Ti faccio una domanda:
    ma davvero “le primarie sono un valore del PD”?
    Premesso che sono favorevole alle primarie, ma non ha senso idealizzare questo tema. Mi rendo conto che è una delle poche cose che unisce un partito diviso su ogni cosa. Un partito nel quale ad ogni intervento del responsabile economico seguono almeno 10 opinioni contrarie diverse tra di loro.
    Ho 40 anni prima del PD votavo DS prima PDS e prima ancora PCI.
    Questo per dirti da dove vengo. E da dove vengo quando si parla di valori si pensa al valore del lavoro, al valore della pace, al valore dei diritti.
    Ma come può un partito caratterizzarsi per il valore delle primarie?
    Ma la gente che ti ascoltava l’altra sera a Padova forse è più interessata al valore della benzina che al valore delle primarie!!
    Cordiali saluti,
    Massimo

    • Laura scrive:

      Buonasera Massimo,
      Rispondo volentieri e mi spiace non abbia inteso fare la sua domanda direttamente quella sera a Padova. Credo anch’io che i valori fondanti siano la pace, il lavoro, i diritti umani e civili e tra questi ci metto la democrazia parlamentare e popolare.
      Non concepisco una società priva della capacita’ di scegliere almeno una parte dei suoi eletti, considero perciò un valore le primarie che hanno visto il nostro partito spendersi anche nello statuto per garantire il diritto di rappresentanza ai propri elettori ed iscritti.
      Valori minori? Non credo, nella scala dei nostri valori credo ci sia anche questo.
      Va da se che il tema primarie e’ uno dei temi di cui si dibatte col e in pubblico, la sera prima si e’ parlato di privilegi, di ingiustizie e iniquità ovvero degli ostacoli al raggiungimento degli obiettivi inseriti nell’art. 3 della Costituzione, la sera dopo di lavoro, quella prima ancora di Sanita’ e sociale..
      Sono tanti i temi su cui confrontarci e la quantità di persone accorse mi ha fatto cogliere interesse e un’attesa di verità. Che il nostro partito farebbe male a non considerare. Per questo io per quanto posso, procedo ad incontrare e a dibattere.
      Grazie comunque!
      Laura

Lascia un commento