Unknown-1

Code chilometriche sulle vie del mare sono metafora del bilancio di 20 anni di governo PDL-Lega Nord

“Tra i punti neri del Veneto si conferma il sistema della viabilità, a causa di una guida regionale del ticket […]

“Tra i punti neri del Veneto si conferma il sistema della viabilità, a causa di una guida regionale del ticket Galan-Zaia che non ha saputo leggere il proprio territorio accompagnandone la crescita con idonei servizi viari e ferroviari. La crisi è sempre dietro l’angolo, basta una chiusura, che in questo caso è stata quantomeno improvvida se non scellerata visto il periodo scelto, fine settimana della seconda metà di luglio normalmente con un forte aumento di turisti in transito e in arrivo. Potevano fare di peggio solo scegliendo il prossimo fine settimana per la chiusura” così Laura Puppato commenta i disagi che hanno coinvolto le autostrade del Veneto e le principali vie del mare nel finesettimana. “Mentre gli automobilisti restavano in coda per ore, a Padova andava in scena un altro teatrino dell’assurdo a marchio Lega Nord” ha continuato la senatrice “La radicalizzazione della retorica di Salvini sta portando il partito sempre più lontano dalle necessità della realtà produttiva della nostra regione che ha governato a lungo senza un’idea, una visione e senza alcuna attenzione all’ambiente, all’innovazione e alle reti di mobilità degne di una regione Europea. Anziché invocare lo sciopero fiscale, Salvini dovrebbe chiedere conto ai vari Zaia e Tosi come sono stati spesi i soldi dei contribuenti dalla Regione”. “La guida leghista, a Roma come a Venezia, è stato ed è tuttora un fallimento che si tenta di spacciare, nonostante tutto, come un dato positivo, continuando a perpetuare gli errori, a disegnare strade e solo strade in project financing, ovvero a totale carico dei cittadini oberati per soddisfare l’uno o l’altro faccendiere con procedure torbide e secretate che lasciano supporre non sia affatto finito il lav

oro dei magistrati in Veneto sul tema connivenze e corruzioni” ha infine concluso.

 

Mogliano Veneto, 21 luglio 2014

Lascia un commento