ZTL

Collettivo Ztl, oltre che gli spazi per i giovani ora a Treviso manca anche l’aria

“Lo sgombero dell’area ex Telecom di Treviso e le modalità con le quali è avvenuto confermano che esiste una volontà […]

“Lo sgombero dell’area ex Telecom di Treviso e le modalità con le quali è avvenuto confermano che esiste una volontà politica di chi amministra la città, e della Lega in primis, di espellere dalla comunità trevigiana quei giovani che forse desiderano avere un sindaco e non un podestà”. Lo afferma Laura Puppato, capolista al Senato in Veneto per il Partito Democratico, dopo le parole del vicesindaco Giancarlo Gentilini che ha rivendicato l’azione di sgombero di lunedì scorso. “Se in vent’anni di amministrazione non si è riusciti a costruire a Treviso alcuno spazio di aggregazione per i giovani e in compenso sono state lasciati nel degrado e nell’abbandono decine di immobili pubblici e privati, la responsabilità è della Lega. I ragazzi del collettivo Ztl, con la loro azione dimostrativa e non violenta, hanno solo accesso i riflettori su una dimensione di disagio per tutta la città. Dove adesso manca anche l’aria per respirare. Non capirlo, è miope dal punto di vista politico”.

Lascia un commento