Ius soli

Cittadinanza. Mozione del PD: “Riconoscere il principio dello ‘Ius soli’”

“Chi nasce in Italia da genitori stranieri non ha oggi gli stessi diritti di chi nasce da genitori italiani. Questo […]

“Chi nasce in Italia da genitori stranieri non ha oggi gli stessi diritti di chi nasce da genitori italiani. Questo rappresenta una situazione di disuguaglianza e di ingiustizia in contrasto con la nostra Costituzione, che va superata introducendo anche nel nostro Paese il principio dello ius soli. Ovvero chi nasce e cresce in Italia e’ italiano”.

Questo uno dei passaggi della mozione presentata dal gruppo del Pd in Consiglio regionale, prima firmataria la capogruppo Laura Puppato, e che impegna i presidenti della Giunta e del Consiglio a farsi promotori presso i presidenti di Camera e Senato di questa volontà dell’assemblea veneta.

Con l’auspicio che questa riforma venga approvata al più presto a livello nazionale, i democratici evidenziano nel testo del documento come “il Veneto è la terza regione per consistenza del fenomeno immigratorio con una presenza di  stranieri superiore alla media nazionale (il 9,7% al 31 dicembre 2012) e con un numero di alunni pari al 12,2% su tutta la popolazione studentesca (anno scolastico 2011/2012).

Non da ultimo, i firmatari della mozione sottolineano il fatto che “lo Statuto del Veneto (articolo 5, comma 6) sancisce che ‘la Regione opera a favore di tutti coloro che, secondo criteri di ragionevolezza e proporzionalità, possiedono un particolare legame con il territorio, garantendo comunque ai minori i medesimi diritti’.

Lascia un commento