Censura degli scrittori: “La Donazzan raccomandi alle scuole il Mein Kampf”

Venezia, 20 gennaio 2011 I criminali come Cesare Battisti vanno spediti in galera. Punto e basta. Lucrare, come stanno facendo […]

Venezia, 20 gennaio 2011

I criminali come Cesare Battisti vanno spediti in galera. Punto e basta. Lucrare, come stanno facendo i vertici del governo regionale, su questi crimini per introdurre metodi di stampo fascista è un delitto nei confronti della democrazia. Il tentativo è evidentemente quello di aprire la strada ad una libertà di censura da parte delle massime istituzioni venete. Di questo passo c’è da aspettarsi allora la messa all’indice nelle biblioteche pubbliche anche di tutte le pubblicazioni che rivelano retroscena poco edificanti della Lega o del poco edificante Presidente del Consiglio Berlusconi? L’assessore Donazzan aiuti piuttosto le scuole venete a comprare i libri per metterli a disposizione dei nostri giovani. E raccomandi semmai ad ogni istituto di reperire, in questa settimana che precede la giornata della memoria, una copia del ‘Mein Kampf’ di Adolf Hitler: un libro indispensabile sia per capire i germogli di un regime così atroce e devastante sia per crescere con quegli anticorpi utili a difendersi da ogni deriva umana e culturale.

Un commento

  1. Cristiano scrive:

    La provocazione è sicuramente stimolante. Purtroppo ho avuto modo di leggere solo le primissime pagine del Mein Kampf… sinceramente mi piacerebbe comprarlo e leggerlo, mi sembra molto interessante… ho provato a chiedere in qualche libreria e, oltre ad avermi guardato un po’ strano, mi hanno detto che non ce l’hanno…

    Credo che bisognerebbe però avere qualcuno che guidi i ragazzi alla lettura di questo libro che altrimenti potrebbe essere decisamente MOLTO pericoloso!

    P.S. non sono ASSOLUTAMENTE filo-nazista e nemmeno filo-fascista…

Lascia un commento