Edo Ronchi: “Voto per un candidato che può confrontarsi con la Merkel”.

Il Ministro del Governo Prodi sostiene la corsa di Laura Puppato alle Primarie del Centrosinistra. “Conoscevo Angela Merkel come collega […]

Il Ministro del Governo Prodi sostiene la corsa di Laura Puppato alle Primarie del Centrosinistra.

“Conoscevo Angela Merkel come collega Ministro dell’Ambiente tedesco. Già allora si parlava di una sua possibile candidatura come premier della Germania : confesso che ero perplesso rispetto a quella ipotesi . Poi la Merkel è diventata Cancelliere e, quale sia la valutazione del suo indirizzo politico, è certamente riconosciuto un suo ruolo di primo piano non solo a livello europeo,ma internazionale. Mi sono ricreduto e devo ammettere che le mie riserve erano frutto di un pregiudizio, molto diffuso, ma non per questo meno stupido: che una donna, per giunta impegnata per l’ambiente, non potesse essere un buon premier”.

E’ con queste parole che Edo Ronchi, già Ministro dell’ambiente del Governo Prodi, apre la sua lettera aperta di sostegno a Laura Puppato – la capogruppo del PD Veneto, ambientalista e già sindaco di centrosinistra della roccaforte leghista Montebelluna (Treviso) – candidata alle primarie del centrosinistra.

“In Italia non abbiamo mai avuto un premier donna: e i risultati si vedono . L’Italia ha bisogno di cambiare pagina. Perché non dovremmo puntare di più anche sulle donne? Sono una risorsa importante, sono più brave negli studi, sono state molto meno coinvolte nella corruzione politica. Anche se non mi sfugge che le donne in politica in Italia hanno poco spazio anche perché la gran parte delle donne vota per uomini e gli uomini, in gran parte, tendono a non votare per candidate donne per pregiudizi che nemmeno ammettono, voto per Laura Puppato alle primarie perché penso che l’Italia abbia, a questo punto, bisogno di un premier donna. E perché nessuno dei due altri candidati del PD, né Bersani, né Renzi, mostra di cogliere quello che mi pare il nodo centrale per affrontare la crisi italiana: l’innovazione, la conversione, la differenziazione in chiave di green economy . Gli altri candidati non hanno quella cultura ecologista, che invece Laura Puppato, come ho potuto verificare di persona, pratica da anni: cultura necessaria per non rendere marginale e secondario, citato nei programmi senza reale convinzione e fra mille altre cose, ciò che invece penso che sarà centrale e strategico per il futuro dell’Italia: lo sviluppo di una green economy”.

Lascia un commento