vittorio veneto

Vittorio Veneto, Sì a capitale della cultura italiana 2018, sì a una candidatura che promuove un intero territorio

Vittorio Veneto candidata a capitale della cultura italiana può essere volano per tutto il territorio

Saluto con favore e sostengo con forza la candidatura della città di Vittorio Veneto a capitale della cultura italiana 2018. Questo riconoscimento costituirebbe un’opportunità per un territorio straordinario dal punto di vista storico e paesaggistico.

Ritengo che Vittorio Veneto possieda tutti i requisiti per vedersi assegnato questo ruolo, peraltro per l’anno, il 2018, in cui ricorre il Centenario della fine della Grande Guerra che proprio in questi luoghi ha avuto il suo epilogo militare dopo i lunghi mesi dell’occupazione che hanno segnato il tessuto sociale ed economico della Città e dei comuni vicini. Si tratta di un territorio che è una cerniera tra il Trevigiano e il Bellunese e che costituisce un pezzo importante della pedemontana veneta anche per le sue risorse paesaggistiche e ambientali, con le relative potenzialità turistiche dove trovano spazio sia qualità che varietà dell’offerta. Se penso a Vittorio Veneto mi vengono in mente i notevoli palazzi storici di Ceneda e di Serravalle, la ricchezza del suo passato che l’ha vista crocevia di culture diverse, gli scorci suggestivi verso il Cansiglio. Senza dimenticare le potenzialità enogastronomiche di una terra che sa coniugare i sapori e i colori, la tradizione e l’innovazione. L’amministrazione comunale di Vittorio Veneto ha compiuto davvero un’opera meritoria e intelligente nel coinvolgere tutti gli attori culturali ed economici per una candidatura dal basso. E sono sicura che il progetto che sarà presentato saprà essere all’altezza di questa sfida, che riguarderà in primis Vittorio Veneto, ma che avrà ricadute positive per tutta la provincia di Treviso e anche per il Veneto.

Tags: , , , , , ,

Lascia un commento