Scampia: un aiuto concreto, perché “O sole nasce pur’accà!”

Cosa associamo di solito al nome di “Scampia”?

Troppo spesso ne parliamo per gli innumerevoli problemi da risolvere, la legalità offesa e l’umanità negata, le difficoltà e i disagi che sembrano insormontabili. Dai telegiornali e dall’opinione comune sembra che tutta la vita di Scampia si possa riassumere in quartieri degradati e sirene della polizia…

Ma è davvero questa la realtà?

Come in tanti altri casi, se si ha la curiosità e la volontà di avvicinarsi e capire, ci si rende conto che “Scampia” è tanto altro. Perché è fatta di persone, tante, diverse. Tante storie, che ci vorrebbe un libro per poterne raccontare almeno un po’.

Storie di persone che desiderano, come tutti, crescere, vivere, respirare, lavorare, giocare, gioire, innamorarsi, curarsi, stare bene con la propria famiglia, stare in pace. Storie di persone che ce la mettono tutta per farcela, che si accontentano di poco, che non si arrendono alla disperazione o alla delinquenza.

Ho conosciuto alcune di queste persone durante una visita a Scampia, accompagnata da un piccolo gruppo di suore che segue un centro d’ascolto nel quartiere, un piccolo “villaggio di irriducibili” che si ostinano a proteggere e promuovere i valori dell’onestà, della dignità umana, del rispetto per se stessi e per gli altri. E tutto questo non a parole, ma con i fatti, partendo magari da piccole ma concrete azioni di progetti e sviluppo. Gruppi di ascolto per mamme in difficoltà, gruppi di partecipazione e crescita per bambini e ragazzi, sostegno concreto a giovani studenti, a famiglie in difficoltà, a detenuti privi di rete familiare.

Perché è facile indignarsi e giudicare, altrettanto facile rassegnarsi e distogliere gli occhi. Più difficile è fermarsi e fare davvero qualcosa.

Per questo io vi chiedo un aiuto. Ho avuto la fortuna di incontrare queste persone che credono in un riscatto possibile e che “fanno davvero qualcosa”, piccoli passi ma passi reali, che parlano di una Scampia diversa, dove arriva il sole e qualche speranza di futuro. “O sole nasce pur’accà!”si può proprio dire: il sole nasce anche qua, ma va valorizzato, aiutato, protetto.

Allora non rassegniamoci all’impotenza, aiutiamo concretamente questi progetti positivi, scommettiamo sul coraggio e sulla bellezza, sosteniamo la gente di Scampia che vuole impegnarsi e cambiare le cose…Sosteniamola, iniziando anche noi da un piccolo passo, anzi da un piccolo “clic” con cui, seguendo le istruzioni, potremo fare l’offerta che vorremo…

Tutto il ricavato sarà utilizzato dalla comunità delle Suore delle Poverelle di Napoli, che vi invito anche a contattare e conoscere per avere un’idea meno stereotipata e più reale di questa parte d’Italia.

Grazie di cuore!

Laura Puppato

 

Per avere maggiori informazioni potete scaricare il materiale informativo in PDF dai link sottostanti.

Per la vostra donazione, tramite il circuito Paypal o con tutte le carte di credito in circolazione,potete cliccare sul bottone Donazione.

Grazie sin da ora per l’aiuto che darete.

Scarica il materiale informativo del progetto