No Tav

TAV, le attuali linee sono sottoutilizzate, ha ragione il commissario Mainardi

“Non si può insistere oggi a comperare a rate una Ferrari che ti consegneranno nel 2040 quando abbiamo persino le […]

“Non si può insistere oggi a comperare a rate una Ferrari che ti consegneranno nel 2040 quando abbiamo persino le biciclette con le gomme sgonfie”. Così Laura Puppato, senatrice del Pd, plaude all’iniziativa di Bartolo Mainardi, commissario Pdl per la TAV del Nord Est, e rigetta le critiche sollevate da una parte del suo partito in seguito alla sua partecipazione sabato scorso al convegno dei sindaci in Val di Susa.

“Mainardi infatti, dichiarando l’opportunità di rinviare l’opera, viste le attuali difficoltà finanziarie, dice cose sensate e conferma la validità delle motivazioni sollevate dai sindaci della Val di Susa con i loro tecnici incaricati, e i dubbi avanzati da me e dal sindaco Emiliano sulla realizzazione della Torino- Lione. E’ più opportuno – prosegue la Puppato – intervenire sui colli di bottiglia, accelerando il trasporto merci e rendendo immediatamente funzionale una tratta di collegamento senza aspettare 30 anni per avere, come nel caso di Modane e del Frejus, una galleria priva di collegamenti idonei.

È inoltre meglio utilizzare i finanziamenti europei per ristrutturare e saturare le linee esistenti, attualmente sottoutilizzate, (percentuali che nel caso del Piemonte sono del 20/25%), invertendo la tendenza al trasporto gomma su strada a discapito di quello ferroviario, prima di farne delle nuove da tenere sgombre di treni per insussistenza di necessità. Le affermazioni di Mainardi dimostrano – ha concluso – che né io né il sindaco Emiliano siamo fuori dal mondo e che al momento il paese presenta ben altre priorità”.

Lascia un commento