Pendolaria

Rapporto “Pendolaria 2012″: nessuna sorpresa, da anni non si investe per il trasporto pubblico locale

“Non sono stupita delle anticipazioni del rapporto di Legambiente sulle condizioni della rete ferroviaria nazionale. Mettendo in fila questi studi […]

“Non sono stupita delle anticipazioni del rapporto di Legambiente sulle condizioni della rete ferroviaria nazionale. Mettendo in fila questi studi annuali, mi pare che il trend stia peggiorando. Utilizzo abitualmente il treno per spostarmi e da anni sottolineo la necessità di investire nel settore del trasporto pubblico locale, ma tutti gli interventi sono stati per togliere risorse anziché per aggiungerne”. Questa la dichiarazione di Laura Puppato, capogruppo del PD in Regione Veneto, alla vigilia della pubblicazione del rapporto “Pendolaria 2012” di Legambiente. “Tratte come la Circumvesuviana, la Roma-Viterbo, la Padova-Venezia, la Palermo-Messina, la Viareggio-Firenze non possono essere sempre penalizzate da disservizi e sovraffollamento che danneggiano i soggetti più deboli come i pendolari, che in gran parte sono lavoratori e studenti. E che dire dei ritardi e delle soppressioni di treni in Lombardia che da quattro giorni colpiscono gli utenti milanesi? Un servizio di trasporto integrato (bus, tram, treno, metro) che sia efficiente ed economico è la premessa indispensabile per ottenere un salto di qualità nelle abitudini dei cittadini. Ma servono ovunque dei piani regionali dei trasporti e soprattutto il coraggio di investire in un settore che costituisce indirettamente una voce di welfare”.

Lascia un commento