Popolari, sentenza della Corte Costituzionale sconfessa M5S e Lega, il Governo ha sempre agito nell’interesse di tutti

Perché M5S e Lega hanno ospitato nelle proprie liste chi ha svolto azioni senza senso con spese ulteriori per i risparmiatori truffati?

La sentenza dalla Corte Costituzionale fa giustizia delle tante bugie raccontate in questi anni, Governo e Parlamento hanno agito in una situazione d’urgenza al solo fine di tutelare risparmio e investimenti dai problemi che stavano nascendo dalla gestione di multinazionali finanziare come fossero piccole banche di paese.

Abbiamo oggi l’ennesima conferma che le responsabilità per il tracollo di Veneto Banca e Popolare di Vicenza non sono da imputare al Governo, come qualcuno ha voluto strumentalmente fare per garantirsi consenso e candidarsi nelle liste di M5S e Lega, ma agli amministratori delle banche, Zonin, Consoli, Trinca, etc… contro cui i procedimenti stanno andando avanti per ostacolo alla vigilanza e false scritture. Molti gruppi politici dovranno spiegare perché hanno fomentato alcune realtà associative che ne hanno approfittato, perseguendo con ulteriori oneri a carico dei risparmiatori  truffati, una strada di difficile sbocco, anziché collaborare con il Governo che ha fatto tutto il possibile per tutelare risparmio e investimenti.

Al contrario di chi ha perso tempo, prosegue l’iter del fondo previsto dall’ultima Legge di Stabilità con i primi 100 milioni che il Parlamento ha messo in un fondo speciale dedicato ai risparmiatori truffati e con gli altri 100 mil di euro di Banca Intesa. I rimborsi saranno a breve sbloccati, vedremo se chi finora ha parlato saprà quantomeno garantire gli strumenti che già sono stati predisposti.

Tags: , , , , , , , , ,

Lascia un commento