livorno1-1-990x543

Livorno, serve una legge sul consumo di suolo prima della fine della legislatura

Il dolore delle vittime non cancella responsabilità decennali, ma ci chiama ad uno sforzo collettivo

Desidero esprimere il mio cordoglio alle famiglie delle vittime del nubifragio che ha colpito Livorno e la mia vicinanza a tutta la città.

Il dolore di questi momenti, non può però nascondere la rabbia per quella che è un’ennesima tragedia evitabile. È necessario cambiare radicalmente paradigma nel costruire e nel mantenere le nostre case, le nostre strade, le nostre imprese, etc… in questa legislatura molto è stato fatto (reati ambientali, collegato ambiente, etc…), ma non possiamo chiuderla senza approvare una legge sul consumo di suolo, priorità assoluta per l’Italia. Comuni e regioni possono comunque già presentare progetti per la rinaturalizzazione del suolo arbitrariamente occupato da edifici o altro, con i fondi attivati dal Governo dopo decenni di immobilismo in questo campo.

Non è tempo di compromessi, colpi a cerchio e botte, serve una legge chiara e che definisca limiti precisi, senza deroghe. Su questo campo, come Governo e come Parlamento, siamo tenuti ad uno sforzo importante e che rischia di essere incompreso è contestato, come molte volte è capitato alle politiche ambientali.

Siamo infatti di fronte ad una chiamata culturale tutto quanti, alla consapevolezza che la tutela del territorio non è qualcosa che si può semplicemente demandare ad altri, ma che può toccare tutti noi, anche nei nostri interessi.

Tags: , , , , ,

Lascia un commento