Puppato

Grazie agli elettori

Un ringraziamento agli elettori che non è rituale. Soprattutto dopo un esito del voto che ci lascia l’amarezza in bocca. […]

Un ringraziamento agli elettori che non è rituale. Soprattutto dopo un esito del voto che ci lascia l’amarezza in bocca. La speranza che il meccanismo perverso del Porcellum potesse comunque garantire la governabilità è andata delusa.

Un ringraziamento per tutto il lavoro compiuto dai circoli del PD, dagli iscritti, dai volontari e dalle persone di buona volontà. Da parte nostra c’è stata una lunga cavalcata sul territorio per spiegare un programma concreto e realizzabile, cercando al contempo di smontare gli slogan, le parole d’ordine, le promesse mirabolanti distribuite a piene mani da Berlusconi. È stata comunque la scelta doverosa quella di stare nella realtà anche se, certo,  da comunicare meglio, con  più efficacia. Ma raccontare bugie a un Paese che ha una disoccupazione giovanile al 37% e che vede morire mille imprese al giorno proprio non ci appartiene.

Ora la prospettiva è quella di governare in una situazione complicata dalla mancanza di una maggioranza piena al Senato causa un legge elettorale assurda e alla presenza di un centrodestra che è lo stesso di prima delle elezioni. L’apertura al dialogo con i parlamentari del Movimento 5 Stelle è vitale per la democrazia e le riforme indispensabili e ci permetterà di capire  quale respiro potrà avere questa legislatura. Sarà necessaria una fatica supplementare, ma io ci sono, il PD pure. L’Italia è da risanare, penso che dovrà avere la  prevalenza il buon senso e… sarà lavoro, dentro e fuori dalle aule parlamentari. Non c’è tempo da perdere, dobbiamo farcela.

Grazie della fiducia e stiamo insieme in questo tempo, il voto è una delega da verificare, costantemente.  Arrivederci a presto.

Laura Puppato

Un commento

  1. Marina scrive:

    Avrei preferito lei nel confronto con Grillo e M5S al posto di Bersani o Renzi. Perchè non si propone? Magari potrebbe funzionare un accordo sia pure temporaneo con M5S.

Lascia un commento