Bersani

Elezioni. Laura Puppato: i nostri candidati veramente candidi

“Mentre il centrodestra candida inquisiti, condannati e impresentabili, il Pd, dopo la prova di democrazia dal basso data con le […]

“Mentre il centrodestra candida inquisiti, condannati e impresentabili, il Pd, dopo la prova di democrazia dal basso data con le primarie, ha voluto applicare alle sue liste un criterio di rigore e coerenza che supera anche la legge”. Così Laura Puppato capolista del Pd al Senato in Veneto. “Anche se i dubbi sollevati sui nominativi esaminati dalla Commissione di garanzia non erano neanche paragonabili con quelli che riguardano alcuni esponenti del Pdl, si è voluto mandare un netto segnale di cambiamento, a costo di essere più realisti del re. Si è preferito rinunciare a voti preziosi - ha concluso – pur di presentare al giudizio degli elettori candidati che rispettino il senso originario della parola, quando nell’antica Roma gli aspiranti ad una carica dello Stato si presentavano con una toga di seta bianca simbolo di onestà e moralità”.

Lascia un commento