Imprese

Debiti della Pubblica Amministrazione. Puppato: si apre un nuovo corso

“Oggi in Senato è stata parzialmente ridimensionata una pagina nera della storia recente della nostra Repubblica”. Lo afferma la senatrice […]

“Oggi in Senato è stata parzialmente ridimensionata una pagina nera della storia recente della nostra Repubblica”. Lo afferma la senatrice del Pd Laura Puppato commentando l’approvazione all’unanimità in Senato del provvedimento che riguarda i debiti della Pubblica Amministrazione con le imprese.

“Con l’immissione nel mercato di 40 miliardi viene data un’indispensabile boccata di ossigeno alle imprese e si apre di fatto un nuovo corso che rispetta i cittadini e le imprese. Tra le note positive – ha aggiunto l’esponente del Pd – c’è da segnalare l’immediata eseguibilità, con obbligo per gli enti locali di provvedere ai pagamenti in forma semplificata e in ordine cronologico, fatto salvo particolari ed evidenti situazioni di crisi aziendale; la premiazione prioritaria degli enti locali virtuosi – comuni in particolare – che oggi hanno la cassa bloccata a causa dell’ applicazione del patto di stabilità; la potenziale crescita della disponibilità dei patti di stabilità verticali che le Regioni possono mettere in campo grazie alle erogazioni che entrano per i loro pagamenti diretti, con nuove aperture per compensazioni ai comuni e alle province e la potenziale importante crescita delle disponibilità bancarie grazie all’effetto del rientro dei debiti delle aziende che non venivano pagate dalla pubblica amministrazione”. “Ma il dato politico più importante – ha concluso Puppato – è dato dalla dimostrazione che questo Parlamento può lavorare bene e in fretta su temi e proposte urgenti e concrete. Un atto che ci fa ben sperare per il proseguo della neonata legislatura”.

Lascia un commento