Buona Pasqua

Buona Pasqua

Carissimi, mentre scrivo queste poche righe non si conosce la sorte del nuovo governo. Abbiamo preso atto che i numeri […]

Carissimi,
mentre scrivo queste poche righe non si conosce la sorte del nuovo governo. Abbiamo preso atto che i numeri non ci sono e giustamente abbiamo fatto un passo di lato, lasciando al Presidente lo spazio utile a capire se sia più opportuno individuare un “baricentro esterno”, tecnico o politico, capace di formare quel Governo di cui l’Italia ha estrema necessità.

Occorre che tutte le forze politiche in campo comprendano che il Paese non può attendere, che sul futuro degli italiani non si può più speculare. Sono dell’avviso non convenga più a Grillo perseverare con gli anatemi e gli insulti per frenare ogni possibilità ritenendo il caos utile ad una crescita del proprio consenso, non sarà così e il cinismo diverrà invece la sua sconfitta. Oggi la nascita di un esecutivo di vero cambiamento PD-M5S che sarebbe il risultato più vicino al voto espresso dai cittadini a febbraio è ed era la soluzione. Si abbia la forza per dare indicazioni in tal senso…!

È ancora possibile avere un governo forte capace di varare leggi e riforme importanti ed attese, che aiuterebbero il Paese a rialzarsi così come altre che annullerebbero le immunità di fatto garantite all’ex Premier e metterebbero in discussione il Pdl così come conosciuto.

Qualcuno dice che abbiamo perso un’occasione importante. Forse. Credo però che quell’occasione sia ancora a portata di mano e auspico l’aiuto di tutti, soprattutto dei cittadini che hanno creduto e votato M5S. A loro va il mio invito caloroso a parlare con i simpatizzanti e i rappresentanti del movimento affinché si afferri a piene mani la possibilità di disegnare insieme un nuovo orizzonte per l’Italia.

Abbiamo sottomano la concreta possibilità di realizzare quella rivoluzione gentile che attendiamo da anni. Bene, facciamo. Facciamolo insieme partendo dal basso, usiamo la nostra voce di cittadini per dire a Grillo che vogliamo un Governo che scongiuri vecchie, ma soprattutto oggi drammatiche, larghe intese.

Salutandovi, mi piace ricordare anche che questi, per il mondo cattolico, sono giorni di grande festa, in cui si celebra la resurrezione, la vita.

Vi auguro dunque Buona Pasqua, giorni ricchi di silenzio e di pace da vivere in famiglia e con chi amate. Una pausa, anche dalla politica, per ricaricarsi di energie positive e ripartire con slancio verso il futuro.

Auguri cari,

Laura Puppato

Lascia un commento