PD Regionale

 

Un monumento alla mancanza di progettualità

 

 
 
L’A28 è un monumento alla mancanza di progettualità della Lega, che ora per bocca di Zaia chiede scusa ai cittadini per i ritardi decennali, ma in realtà negli ultimi anni non è stata in grado  neppure di aprire questo collegamento di pochi chilometri. La campagna elettorale è finita, ma pare non tutti se ne siano accorti. La promessa di togliere il pedaggio di A27 e sul tratto inaugurato ne è un limpido esempio. Il programma elettorale 2002-2007 di Luca Zaia – per la presidenza della provincia di Treviso – denominato “Contratto con i Trevigiani”, al capitolo “Interventi sulla autostrada A27″ al primo punto recita: “Liberalizzazione del tratto autostradale compreso tra il casello di Treviso Nord e la barriera di Mogliano in modo che diventi così di fatto la tangenziale Est di Treviso”.
Quando si governa, le cose si devono fare, non promettere. A maggior ragione quando si è seguito personalmente e attraverso le istituzioni gestite tutto il percorso dell’opera. E ben sapendo che  ora  ci sono concessioni da onorare e progetti di finanza sottoscritti che prevedono proprio il pedaggio. L’errore è palesemente quello di individuare le autostrade come idonee a recuperare il traffico delle  vie di comunicazione locali che servono ai residenti e non, invece, come strade a lunga percorrenza;  l’errore è non aver compreso l’importanza di creare superstrade aperte al territorio prive di caselli e pedaggi e con frequenti collegamenti alla viabilità locale. La stessa mancanza di chiarezza  che palesa il tracciato della Tav veneta, che Zaia vorrebbe deviare verso le spiagge, in contrasto con la sua, stessa progettazione.
L’A28 ha una sua logica solo se la  si collega alla pedemontana veneta , ma sia chiaro che resteranno parzialmente irrisolti i problemi del traffico locale.  A  tal proposito, una domanda:  anche questa sarà gestita alla stessa maniera, con caselli fantasma, multiple sceneggiate sopra le ruspe con il caschetto, inaugurazioni ogni tre mesi organizzate ad uso e consumo dei fotografi e ora la chicca di proporre a se stesso di cancellare i pedaggi perchè “si scopre” di aver realizzato un’autostrada a pagamento dove serviva una superstrada libera?
Laura Puppato
Presidente Gruppo Pd Veneto