Pubblica amministrazione

La Pubblica amministrazione è divenuta nel tempo sempre più farraginosa e statica, scarsamente orientata ai bisogni del cittadino e luogo delle inefficienze. La sua percezione sempre più diffusa come di una palla al piede aumenta in modo consistente la disaffezione di cittadini e aziende verso il nostro sistema-Paese. Proprio nella sua corretta gestione sta invece la chiave di molti risparmi e del miglioramento di servizi senza aumento di spesa.

Ecco i punti su cui mi impegno a promuovere politiche precise:

I fondamentali

Un imperativo categorico deve essere semplificare e ridurre i passaggi burocratici, rendere obbligatorie le conferenze di servizi anche on-line laddove gli attori siano più d’uno, il tutto in tempi certi, con trasparenza e regole chiare. Va costruito un patto di collaborazione tra cittadini e pubblica amministrazione, basato sulla fiducia reciproca preventiva, con controlli efficaci a posteriori e pesanti sanzioni laddove risulti frodata la fiducia nella correttezza riposta.

Occorre stabilire dei criteri di efficienza e qualità, ringiovanire e riqualificare gli apparati, introdurre sistemi efficaci di valutazione delle prestazioni, assegnare obiettivi misurabili sui quali commisurare compensi e carriere, separando la politica dalla amministrazione. La corruzione va combattuta tramite la trasparenza assoluta nella assegnazione degli appalti e delle consulenze, nella concessione di permessi e licenze, anche tramite la rotazione periodica dei responsabili degli uffici che li concedono. Inoltre attraverso la effettiva perseguibilità dei colpevoli accertati e il loro allontanamento dalle funzioni pubbliche.

La pubblicità di ogni atto di spesa deve essere obbligatoria, pena la sua nullità.

Per gli amministratori

Bisogna ridurre il numero dei dirigenti pubblici, che devono essere nominati rigorosamente per concorso e mai per cooptazione politica; e ritenuti sempre personalmente responsabili degli atti compiuti e dei risultati raggiunti. Vanno inoltre stabiliti criteri di incompatibilità tra incarichi di diversa natura, anche per quelli precedenti o successivi alla nomina.

Per i dipendenti

Va introdotto il concetto di merito nella selezione e nella carriera, e va garantita per legge la parità di genere nelle assunzioni. Necessario inoltre stabilire degli standard di qualità nei servizi ai cittadini e meccanismi che premino le best performance.

Per i cittadini e le imprese

Va garantito a cittadini e imprese il libero accesso a tutti i procedimenti amministrativi che li riguardano tramite sportelli telematici, e introdotto l’avvio immediato, in tutto il territorio nazionale, delle mail certificate aventi valore legale. Si possono così evitare milioni di spostamenti con i conseguenti disagi e oneri, economici e di tempo. La P.A. deve fornire risposte entro tempi certi, mai superiori ai 30 giorni, prevedendo sanzioni e indennizzi in caso di mancata applicazione di questa regola.

 

Vedi anche voci correlate: