Voto europee

Garantire voto alle Europee per operatori umanitari all’estero

“Chiedo al Ministro Mogherini e al governo di intervenire per sanare un’ingiusta disuguaglianza tra persone che allo stesso modo rendono […]

“Chiedo al Ministro Mogherini e al governo di intervenire per sanare un’ingiusta disuguaglianza tra persone che allo stesso modo rendono onore all’Italia in missioni all’estero. Dobbiamo garantire a tutti di poter votare per le prossime elezioni europee e amministrative” lo dice Laura Puppato “parlo dei militari, dei dipendenti di ministeri ed enti pubblici in missione all’estero, a cui il voto sarà garantito, ma anche degli operatori umanitari che lavorano per le associazioni non profit, a cui invece questo diritto è negato”. “Queste persone non hanno i requisiti per iscriversi all’AIRE ovviamente, perché non sono residenti all’estero, ma non possono essere equiparati ai turisti, per la loro opera di servizio che porta prestigio e lustro al paese” ha proseguito la senatrice “sono in tutto e per tutto paragonabili ai nostri soldati in missione e agli altri operatori pubblici e, non a caso, spesso svolgono il loro lavoro a diretto contatto con le istituzioni italiane e sono veri e propri eroi, come gli amici impegnati in Repubblica Centrafricana a cui abbiamo da poco inviato aiuti umanitari”. “Ho scritto una lettera sia al Ministro Mogherini che al Presidente Boldrini, che conosce certamente la situazione per la sua esperienza pregressa, sono certa che sapranno dare delle risposte presto. Sicuramente tutte le associazioni e agenzie che operano all’estero hanno dei registri dettagliati sulla presenza di operatori italiani e quindi non dovrebbe essere troppo complesso garantire loro di recarsi in ambasciata il 25 maggio a scegliere i propri rappresentanti al Parlamento Europeo” ha concluso Puppato.

Roma, 17 aprile 2014

Lascia un commento