Repubblica Centrafricana

Atterrato l’aereo di aiuti umanitari a Bangui

“L’aereo umanitario carico di farmaci salvavita e farmaci fondamentali per risolvere anche le più banali malattie presenti in Centrafrica, nonché […]

“L’aereo umanitario carico di farmaci salvavita e farmaci fondamentali per risolvere anche le più banali malattie presenti in Centrafrica, nonché aiuti umanitari, e’ atterrato ieri mattina nella capitale della Repubblica Centrafricana Bangui, portando a compimento la missione di rifornire decine di tonnellate di aiuti medici e alimentari ai volontari italiani presenti in quella vasta area” lo annuncia Laura Puppato, senatrice PD “è una storia triste e violenta quella che da oltre un anno vede lo stato africano vivere una tragica guerra civile nella quale sono impegnate milizie mussulmane contro quelle cristiane. Molte agenzie non governative denunciano da tempo il rischio genocidio in quelle terre”. “Nonostante una situazione di pericolo costante molti operatori italiani hanno deciso di rimanere nel paese africano per continuare a portare un po’ di speranza a quelle persone. Da loro e non solo, in questi mesi, ho ricevuto mail con richieste pressanti di aiuto, spesso scritte mentre i proiettili vagavano intorno ai loro presidi e per le strade vicine, portando sempre più spesso donne e bambini feriti presso di loro, alla ricerca di un aiuto, di una difesa” ha proseguito la senatrice “era necessario creare i presupposti perché non si sentissero soli nel loro quotidiano eroismo, e il loro grande aiuto fosse coadiuvato dalle sedi delle associazioni qui in Italia. Sono felice che il governo italiano con la Farnesina rappresentata dal Ministro Mogherini e dall’operativo vice Ministro Pistelli abbia risposto: -presente!-, contribuendo alla soluzione e portando a destinazione gli aiuti che sono stati raccolti dai tantissimi cittadini privati che hanno messo fondi e lavoro a disposizione”. “Mi permetto una piccola nota di orgoglio personale nel dire come il Veneto sia stato il centro dell’operazione, grazie alle numerose associazioni no profit sparse sul territorio. Non è la prima volta che la nostra regione si distingue da questo punto di vista, confermando una cultura dominante di apertura nei confronti del mondo e di amicizia nei confronti di popoli lontani e vicini. Il vero Veneto che ho l’onore di rappresentare e a cui appartengo  e’ quello che dai tempi della repubblica Serenissima non ha avuto paura ma ha voluto condividere, si è aperto al mondo, alla tolleranza e alla sensibilità.” ha infine concluso la senatrice Puppato.

10 aprile 2014

Lascia un commento