Treni: Pd chiede a Giunta libro bianco su Trenitalia

Venezia, 30 dicembre 2010 Con una interrogazione alla Giunta il consigliere regionale del Pd Piero Ruzzante, insieme alla capogruppo Laura […]

Venezia, 30 dicembre 2010

Con una interrogazione alla Giunta il consigliere regionale del Pd Piero Ruzzante, insieme alla capogruppo Laura Puppato, chiedono che siano resi pubblici i contenuti del contratto di servizio 2009-2014 stipulato tra Regione e Trenitalia e che la Giunta monitori i “continui disagi nel trasporto ferroviario che, con l’avvio del nuovo orario ferroviario regionale, si stanno moltiplicando” e predisponga un “libro bianco” sulle condizioni del servizio ferroviario in Veneto, che dettagli tariffe, offerta, qualità del servizio ferroviario regionale linea per linea, comprese quelle gestite da Sistemi Territoriali spa. Ruzzante sottolinea i continui e pesanti disagi a cui sono sottoposti i pendolari veneti (convogli a composizione ridotta, affollamenti e ritardi), in particolare “l’utenza della Bassa Padovana, vittima di una scarsa qualità dell’offerta ferroviaria tra Padova e Rovigo e tra Padova e Legnago, i viaggiatori che devono utilizzare la linea Padova-Cittadella-Castelfranco e gli utenti bellunesi, soprattutto sulla tratta Ponte nelle Alpi-Calalzo”. “Senza contare – aggiunge Ruzzante – che la Finanziaria 2011 prevede tagli per le Regioni sul capitolo del trasporto pubblico locale stimati per complessivi 4 miliardi di euro”. Tagli che in Veneto – evidenziano gli esponenti del Pd – avranno un impatto ancor più pesante di altre regioni, perché il finanziamento regionale è assai modesto, a differenza delle altre grandi Regioni italiane come la Lombardia. Ruzzante e Puppato chiedono pertanto di conoscere tutte le clausole del contratto di servizio siglato con Trenitalia e “quali siano state le motivazioni che hanno portato la Regione alla firma con la stessa società annualmente sanzionata nel corso della passata legislatura a causa dei pesanti disservizi arrecati ai pendolari del servizio ferroviario regionale”. Infine, il Pd chiede di istituire un tavolo di confronto tra Regione, Trenitalia e rappresentanti dei pendolari.

Lascia un commento