Elezioni comunali di Montebelluna: con Lucio De Bortoli sindaco

Assieme alle liste “Montebelluna Nuova” e “Montebelluna al centro” corre a sostegno della candidatura di Lucio De Bortoli a sindaco […]

Assieme alle liste “Montebelluna Nuova” e “Montebelluna al centro” corre a sostegno della candidatura di Lucio De Bortoli a sindaco di Montebelluna anche la lista “L’Ulivo/con Laura Puppato per Montebelluna”, capeggiata dal capogruppo del Partito Democratico in consiglio regionale Laura Puppato, nonché ex sindaco della città. Comprende rappresentanti delle forze politiche montebellunesi dell’area progressista: va dai socialisti, rappresentati da quello che è oramai un’istituzione della politica montebellunese come Aldo Susan, alla sinistra cittadina ai vendoliani di Sinistra ecologia e Libertà. La lista comprende altresì rappresentanti del Partito Democratico come anche dell’Italia dei Valori.

Molti dei candidati non hanno alcuna tessera ma si riconoscono nei valori condivisi del popolo democratico e nell’operato delle amministrazioni di centro sinistra che hanno governato la città negli ultimi nove anni. Tutti i partiti che afferiscono a questa lista hanno inteso rinunciare al proprio simbolo per riconoscersi sotto il simbolo dell’Ulivo proprio per dare un segno di continuità con le ultime amministrazioni che sono state a maggioranza Ulivo. 

Presenze di spicco, oltre a quella di Laura Puppato, sono quelle dell’attuale vice sindaco Franco Andolfato, fisico presso l’ARPAV, dell’ ex assessore ai servizi sociali Franco Trinca, dei consiglieri uscenti del gruppo consigliare Ulivo Maria Teresa Perin, Piero Dal Zotto e il già nominato Aldo Susan. Sono inoltre presenti in ordine alfabetico: Licia Albanese, maestra di scuola materna a Sant’ Andrea, Matteo Bianchin uno dei giovani della lista, 18 anni, del consiglio di istituto del Liceo Levi, Gabriele Bramezza ingegnere elettronico in una multinazionale tedesca, Giuseppe (detto Beppo) De Bortoli, vice preside del Liceo Veronese di Montebelluna, Mauro Intermite impiegato in primaria azienda montebellunese, Antonio Montanari studente dell’ultimo anno del liceo Levi e membro della consulta studentesca provinciale, Michela Morello di San Gaetano presente nei gruppi delle politiche famigliari, Mauro Moretto dell’Italia dei Valori, funzionario regionale, esperto di energie rinnovabili  Giorgio Pedron biadenese, attivo nell’ambito dello sport locale, rappresentante di commercio, Michele Solbiati dell’Italia dei Valori, impiegato in azienda montebellunese della calzatura.

I promotori della lista nonché i candidati hanno ben presente come nella cittadinanza vi sia la volontà di continuare nella direzione di quel profondo cambiamento che si è determinato nove anni fa. Vogliono che Montebelluna possa continuare a configurarsi come laboratorio politico vincente. Vincente perché ha messo al primo posto la qualità del governo dei cittadini e dei loro problemi e non l’occupazione di poltrone e territori.

Lascia un commento