Una società che indietreggia

Laura Puppato, candidata alle primarie del centrosinistra, interviene sulla terribile vicenda del ragazzino di Cittadella, nel padovano, allontanato con violenza […]

Laura Puppato, candidata alle primarie del centrosinistra, interviene sulla terribile vicenda del ragazzino di Cittadella, nel padovano, allontanato con violenza dalle forze dell’ordine, su esecuzione di un’ordinanza del tribunale per l’affidamento al padre. “Stiamo perdendo il senso della vita e soprattutto del rispetto che dobbiamo ai bambini, che sono il sensore principale del livello di civiltà raggiunta da una società. La vicenda di questo ragazzino, strattonato, non ascoltato, violato dei suoi diritti, mi ha davvero toccata profondamente. Mi chiedo – continua Laura Puppato – se non potessero essere altri i metodi, più umani e meno traumatici per il bambino, per far rispettare la decisione del tribunale. Difficile dire, di fronte a simili situazioni, che la nostra società non stia indietreggiando anche su questo aspetto. Sentiamoci tutti responsabili, oggi della sofferenza di quel bambino, domani del prossimo sopruso”.

Lascia un commento