Primarie: rincorsa alle firme. Una “democrazia partecipativa” col fiato corto.

Laura Puppato, che in questi giorni, come gli altri candidati, lavora alacremente con il suo staff per la raccolta firme […]

Laura Puppato, che in questi giorni, come gli altri candidati, lavora alacremente con il suo staff per la raccolta firme utile alla candidatura, commenta gli sfoghi del collega Renzi. “Il collega Matteo Renzi, dal sito di Repubblica, protesta sulla mancata consegna, da parte della segreteria nazionale del partito, dell’elenco nazionale degli iscritti al PD, utile per raccogliere le 18.000 firme utili a presentare la propria candidatura alle primarie”. Prosegue Laura Puppato “vorrei ricordare che Renzi è l’unico candidato che ha gestito, insieme a Pierluigi Bersani, questo modello di regole. Sarebbe incredibile avesse fatto male i conti persino per se stesso, perché ne andrebbe della sua credibilità. Contrariamente agli altri, assenti al tavolo, non potrebbe neppure lamentare il mancato coinvolgimento. Sarebbe poi incredibile che la sottoscritta raggiungesse le firme necessarie io è lui no”.

 

Lascia un commento